Tumore al Seno e Mastectomia Totale

Buongiorno a tutte, eccoci di nuovo tra noi, parliamo ancora di Tumore al Seno, la Sig.ra Anna di 42 anni mi scrive dicendo:”…due settimane fa mi hanno diagnosticato un Tumore al Seno, mi specifica bene la dimensione (2,5 cm quindi possiamo dire ancora piccolo), con una forte positività agli Ormoni – questo è un segno positivo – con un Ki67 del 7% che è l’indice di replicazione tumorale basso; molto buono anche questo infatti è un G2, non mi specifica R2…la Risonanza non rileva nient’altro, c’è solo questo nodulo retro areolare”.
In un primo tempo le avevano detto che forse si poteva solo asportare una parte poi le hanno detto di fare la Mastectomia.

Giustamente la Sig.ra Anna è un po’ confusa e continua dicendomi che le hanno proposto anche una Mastectomia Controlaterale eventualmente per pareggiare e ridurre il possibile rischio futuro.”
Lei mi scrive che è confusa e mi chiede cosa può fare.

Prima di tutto, direi che togliere anche l’altra Mammella se è sana la trovo una cosa troppo “spinta”; lei ha un Tumore fortunatamente dai dati che mi ha dato, biologicamente buono, per cui una volta che è trattata in un modo adeguato, fatte le dovute Terapie, lei è guarita.

Il rischio dall’altra parte è uguale più o meno a una Donna che non ha avuto il Tumore, poco di più. Con queste caratteristiche direi quasi zero.

Il problema qual’è? Cercare di impegnarsi sulla sua Mammella; lei l’ha definita troppo piccola per toglierne una parte, bisogna capire cos’è questo piccolo, perché se un “piccolo” che comunque può essere modellato le va bene lo stesso, è chiaro che deve fare la Radioterapia cosa che non farebbe se invece dovesse sottoporsi alla Mastectomia.

In più per questo Tumore, che non è molto grande – come già detto 2,5 cm – si può sentire l’Oncologo Medico per le caratteristiche istologiche che io non ho, se può rispondere per esempio
a una Chemioterapia Neoadiuvante oppure ad un’Ormonoterapia. Oggi possiamo introdurre anche questi Trattamenti in modo da ridurre il Tumore e avere con più facilità la possibilità di asportare solo la parte centrale della Mammella, perché possibile.

Come vede, sono tante piccole cose che vanno indagate tutte, sia con il gruppo che la sta seguendo, magari lei stessa può porre queste domande oppure può andare in uno dei centri importanti della Lombardia. Può sempre fare queste domande per capire se può ridurre il Tumore e fare un’asportazione parziale della Mammella.

É una sua scelta, deve sapere i pro e i contro dei trattamenti, di una Radioterapia dove è difficile fare qualsiasi cosa, è meglio non mettere più le Protesi perché il rischio di una complicanza post operatoria c’è; ma anche i contro di una Mastectomia che non è più la sua Mammella, con una Protesi che può venire bene, un ottimo risultato, a volte sono quasi meglio dei risultati ottenuti nella Chirurgia Estetica che però è sempre una Protesi che nel tempo va seguita e controllata.

Per cui deve valutare bene, io dico spesso negoziazione, un termine magari duro e brutto ma in effetti lei deve negoziare con il team di esperti, Chirurgo, Oncologo Medico e Radioterapista e arriva a una soluzione che sia la più vicina a quello che è la sua idea di una Mammella, che per il tipo di Tumore guarirà sicuramente ma che poi dovrà tenere con sé per il resto della sua Vita.

Grazie.

A presto.

Tumore al Seno e #Mastectomia Totale #MaurizioNava #AskMBN Condividi il Tweet

 

Dott Maurizio Bruno Nava

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Estetica. Chirurgia generale – Oncologia.

Professore a Contratto – Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica – Università degli Studi di Milano.