Tecnica chirurgia da me ideata e pubblicata nel 2006 e convalidata dal punto di vista oncologico nel 2012.

Negli ultimi 10 anni è l’unica tecnica chirurgica innovativa nel trattamento chirurgico dei tumori della mammella e sono orgoglioso sia un italiano l’ideatore.

Sono candidate a questa tecnica le donne con mammella medio grande e grande con marcata ptosi (caduta della mammella).

La tecnica è stata pensata per offrire in un unico tempo Ricostruzione della mammella con protesi permanente e Mastoplastica Riduttiva della mammella sana in modo da ottenere un risultato finale simile ad una Mastoplastica Riduttiva con cicatrici finali a T invertita.

Anche qui un’accurata selezione è importante, a volte, se i tessuti non sono ottimali è meglio utilizzare una protesi ad espansione ed eseguire la Ricostruzione in due tempi.

 

Nuovo caso clinico di Chirurgia Ricostruttiva: paziente sottoposta a una Mastectomia Skin Reducing a sinistra e una Mastoplastica Riduttiva con auto-protesi a destra per ottenere la simmetria.
In sede di Mastectomia la Ricostruzione è stata immediata con protesi anatomica.
Il video mostra il risultato a 4 anni dall’intervento.

Dott Maurizio Bruno Nava

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Estetica. Chirurgia generale – Oncologia.

Professore a Contratto – Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica – Università degli Studi di Milano.