PLiliana fa una domanda completamente diversa rispetto a quelle che abbiamo trattato sino ad oggi, ve la leggo.” Dopo aver posizionato un catetere venoso centrale ho avuto una reazione di rigetto con trombosi venosa alla succlavia sinistra che ha richiesto un trattamento con eparina e probabilmente comporterà l’espianto del dispositivo. Poiché ho subito la mastectomia totale della mammella destra con impianto a espansore tissutale per la successiva mastoplastica devo temere il rigetto della Protesi?”

Allora signora sono due eventi completamente differenti.

Da una parte lei ha avuto una trombosi causata probabilmente dal catetere che a volte può succedere, è una complicanza che è prevista in questo, che però non ha niente a che vedere con una reazione di rigetto. Non è stato un rigetto all’impianto. Per cui non c’entra niente.

Non è collegato alla sua protesi, non è un rigetto.

Deve essere trattata giustamente con l’eparina o altro per questa trombosi che ha avuto in modo che lei guarisca bene, ma non abbia nessuna paura per quanto riguarda invece l’impianto protesico.

Per cui stia serena, stia tranquilla, faccia le cure che deve fare per l’episodio che ha avuto, vedrà che lo risolverà e non ha nessun, ripeto, collegamento con un problema di rigetto degli impianti protesici. Per cui terminerà il suo percorso e finirà la sua ricostruzione con una protesi mammaria.

Grazie.
A presto.

#MaurizioNava #IoRestoACasa #AskMBN #ChirurgiaRicostruttiva #IoRestoACasa #AndràTuttoBene

PS: Vi ricordo la sottoscrizione per aiutare la Protezione Civile nella lotta al Coronavirus.

Su tutte le reti del Servizio Pubblico è attiva la raccolta fondi per sostenere l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di apparecchiature indispensabili per le terapie intensive, utilizzando il seguente conto corrente:

IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387
BIC: BCITITMM

Rigetto delle protesi Mammarie #MaurizioNava #AskMBN #ProtesiMammarie Condividi il Tweet