Anna ci chiede: “Buonasera, ho letto che ci sono nuove cure, nuove possibilità per la cura del Tumore al Seno. Sempre nello stesso articolo solo in Italia si registrano 12.000 decessi a causa del Tumore al Seno – all’anno, aggiungo io – le risulta? Si parla anche di una Biopsia liquida che cos’è? Parlano di un esame ancora più accurato rispetto all’esame tradizionale?”.

Ci sono nuove terapie ed è importante che nascano ma ci sono rivoluzioni particolari ma un affinamento ogni volta di tecniche farmacologiche, miglioramento della chirurgia.

C’è un miglioramento costante nel tempo e del trattamento del Tumore alla Mammella grazie ai nuovi farmaci. E anche la chirurgia tende a migliorarsi un pò per ridurre ovviamente i danni e dare risultati migliori.

Per quanto riguarda le 12.000 morti è vero ma questo non vuol dire che sulle 50.000, siamo quasi vicino alle 60.000 donne che si ammalano di tumore alla mammella ne muoiono 12.000.

Abbiamo ormai detto che la guarigione è intorno all’87%, per cui vuol dire che il tasso è molto più basso.

Quello che è il dato positivo è che a fronte di un aumento del numero dei tumori alla mammella la diminuzione invece delle morti è costante.
Per cui a fronte di quel dato c’è una riduzione costante registrata a qualsiasi livello di età della percentuale delle morti per tumore al seno.

Poi mi chiede ancora cos’è la Biopsia liquida e se potrebbe essere fatta. Qui siamo per una diagnosi precoce e futuribile. Si sta pensando che magari già un prelievo del sangue ci potrebbe dire qualcosa ma per ora non c’è niente, siamo solo agli inizi, si spera che nei prossimi anni si possa raggiungere qualcosa di più.

La Biopsia liquida è la possibilità di monitorare di più il tumore dopo le terapie, magari per un tumore che ha avuto una ripresa e allora si può andare a fare una biopsia attraverso un catetere che è quello che viene utilizzato per altre diagnostiche, ad esempio cardiache. E’ un “cateterino” che arriva fin vicino alla zona del Tumore e può fare un prelievo, perché è più sicuro, che valuta la presenza di cellule tumorali e altro ancora.
Però anche qui siamo in un campo talmente specifico che si sta studiando, che non c’è niente ancora di dato eclatante che ci possa dire abbiamo in mano una nuova arma.

Per cui si va avanti, studiamo nuove terapie, nuove tecniche chirurgiche, nuovi farmaci, nuovi metodi diagnostici sicuramente il futuro sarà sempre migliore per le pazienti che purtroppo si ammalano di Tumore alla Mammella.

Grazie.
A presto.
#MaurizioNava #AskMBN #BiopsiaLiquida

Nuove cure per il Tumore al Seno? #MaurizioNava #AskMBN #BiopsiaLiquida Condividi il Tweet