• EN

Neoadjuvant Therapies and Breast Surgery

Neoadjuvant systemic therapy represents a valid therapeutic option for breast cancer treatment especially for HER-2-positive and triple negative subtypes, providing effective systemic control of the disease and down staging the cancer at presentation, moreover primary systemic treatments offer the advantage of in vivo testing the sensitivity of the tumor to the the therapy and the outcome of Neoadjuvant Treatment, in particular a pathological complete response (pCR), represents a prognostic marker for long-term survival in patients affected by HER-2-positive and triple negative breast cancer.

This is what we actually know according to the evidences deriving from randomized controlled clinical trials, but in our every-day clinical practice we still struggle against some debated issues related with the impact of neoadjuvant treatments on breast surgery.

How many times the surgical strategy is really influenced by the Neoadjuvant Treatment, with a conversion from a mastectomy to a conservative surgical option?

What is the best diagnostic method to determine the extent of residual disease after a primary systemic therapy?

And what about the management of the axilla?

Is the sentinel lymph node biopsy a safe option in the neoadjuvant setting too? What to do if a positive sentinel lymph node is found after Neoadjuvant Treatment?

What about not surgically treating at all a woman achieving a complete response after a Neaodjuvant Therapy? Would you feel safe to assess therapy response only relying on evidences from diagnostic imaging?

Key opinion leaders from all over the globe, coming from different backgrounds (medical oncologists, surgical oncologists, radiotherapists) will answer these and many other questions during the dedicated session on “Neoadjuvant Systemic Therapies”.

This is an opportunity to improve your decision making skills in breast cancer treatment you could not miss.

We want you to actively contribute to the question and answer time at the end of the session to make a clear picture of the actual evidences about the impact of neoadjuvant treatments on surgical strategies.

Neoadjuvant Therapies and Breast Surgery #MBN2017 #MaurizioNava Condividi il Tweet

These themes and other more will be deepened during the Congress to be held in Milan from 13rd to 16th December 2017.
For more information please visit the Website Congress.MaurizioNava.it

  • IT

Terapie Neoadiuvanti e Chirurgia della Mammella

La chemioterapia neoadiuvante rappresenta una validissima opzione terapeutica per il trattamento del cancro della mammella, in particolare per i sottotipi HER-2 positivi ed i tripli negativi, con la possibilità di ottenere un ottimo controllo sistemico della malattia riducendo contemporaneamente la dimensione della neoplasia.

I trattamenti neoadiuvanti offrono inoltre il vantaggio di testare in vivo la sensibilità della neoplasia al trattamento ed i risultati del trattamento stesso. In particolare, una risposta patologica completa rappresenta un marker prognostico di sopravvivenza in pazienti affette da neoplasie HER-2-positive o triple negative.

Questo è ciò che sappiamo dai trial clinici controllati e randomizzati pubblicati in letteratura sull’argomento, ma nella nostra pratica clinica quotidiana ci troviamo ad affrontare numerose questioni dibattute circa l’impatto dei trattamenti neoadiuvanti sulla chirurgia mammaria.

Quante volte la strategia chirurgica è realmente influenzata dai Trattamenti Neoadiuvanti, con una conversione da una mastectomia ad un’opzione chirurgica conservativa?

Qual è la migliore metodica diagnostica per determinare l’estensione della malattia residua dopo chemioterapia neoadiuvante?
E qual è il miglior approccio per la gestione dell’ascella?

La biopsia del linfonodo sentinella è un’opzione sicura anche dopo chemioterapia neoadiuvante?

Cosa fare se la biopsia del linfonodo sentinella risulta positiva dopo un Trattamento Neoadiuvante?

Che ne direste di non trattare affatto dal punto di vista chirurgico una donna che abbia mostrato una risposta patologica completa dopo chemioterapia neoadiuvante?

Vi sentireste sicuri a valutare l’effetto della terapia neoadiuvante esclusivamente con esami di diagnostica per immagini?

Esperti da tutto il mondo, provenienti da differenti background (oncologi medici, chirurghi oncologi, radioterapisti) risponderanno a queste ed a tante altre domande durante la sessione dedicata alle Terapie Sistemiche Neoadiuvanti.

Non puoi perdere questa grande opportunità per migliorare le tue conoscenze sul trattamento chirurgico di una donna sottoposta a terapia neoadiuvante!

Partecipa attivamente al “Question and Answer” al termine della sessione per farti un chiaro quadro delle attuali evidenze circa l’impatto dei trattamenti medici neoadiuvanti sulle strategie chirurgiche.

Terapie Neoadiuvanti e Chirurgia della Mammella #MBN2017 #MaurizioNava Condividi il Tweet

Questo tema e molti altri verranno trattati durante il Congresso a Milano dal 13 al 16 Dicembre.

Tutte le informazioni nel sito ufficiale Congress.MaurizioNava.it

Dott Nicola Rocco
Specialista in Chirurgia Generale.