Siamo ancora insieme per rispondere alle vostre domande e spero in modo esaustivo. Silvia mi chiede una cosa che magari più volte abbiamo discusso però mi sembra giusto riprenderla. Dieci anni fa ha fatto una mastectomia, ha un risultato non soddisfacente, ha messo le protesi sia nel seno da ricostruire che nell’altro per cercare di raggiungere ma dice che comunque, non so se perché sono passati dieci anni, ma non è soddisfatta.

Mi chiede se c’è qualche possibilità. Premetto che è difficile dire da un’email se sia possibile o no. Se ci sono nuove possibilità rispetto a dieci anni fa.

Mi spiace magari deluderla ma rispetto a dieci anni fa abbiamo le stesse protesi, non abbiamo una nuova generazione per cui più o meno sono simili.

Magari abbiamo più conoscenze sull’uso delle matrici per cui come rivestire la protesi per ridurre la contrazione capsulare, come ho detto in un altro video oppure magari cercare di utilizzare meglio il lipofilling e cercare di raggiungere una simmetria. Tendenzialmente le direi di sì, che è possibile cercare di rimediare, poi è chiaro che ogni caso ha una singola storia, ha una sua anatomia e dobbiamo vederla insieme.

Per cui io le direi: o ritorna dai suoi chirurghi o va da qualcun altro, anche nella zona dove lei abita, ormai in quasi ogni regione abbiamo degli esperti che la possono seguire.

Si faccia un nuovo consulto, valuti se è possibile e se sarà possibile vedrà che migliorerà sicuramente il suo outcome, cioè il suo risultato finale.

Grazie.
A presto.

Migliorare il risultato di una Chirurgia Ricostruttiva #MaurizioNava #AskMBN #Chirurgia Condividi il Tweet
Dott Maurizio Bruno Nava

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Estetica. Chirurgia generale – Oncologia.

Professore a Contratto – Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica – Università degli Studi di Milano.