Questa settimana è stato un vero piacere riuscire ad organizzare una piccola cerimonia formale con la responsabile UNHCR Italia, Dott.ssa Giovanna Li Perni, che si occupa di raccolta fondi e progetti internazionali per i rifugiati.

La donazione è stata possibile grazie al mio Congresso Internazionale di dicembre nel 2019 ma solo ora, a causa della pandemia Covid19, siamo riusciti ad incontrarci.

I fondi raccolti sono stati impiegati in un progetto di sostegno per le Donne rifugiate in Niger. Mi sono state raccontale le storie commoventi di rinascita delle ragazze e delle donne coinvolte nel progetto di assistenza psicologica che gradualmente tornano a nuova vita dopo gli abusi subiti nei centri di detenzione in Libia.

Donne lontane totalmente dimenticate da questa parte di Mondo.

I fondi trasferiti in Niger consentiranno di pagare operatori sanitari e sociali che lavorano per il recupero psicofisico dei rifugiati che UNHCR riuscirà a portare in salvo dalla Libia; rimarranno diversi mesi in Niger in attesa che si trovi un Paese disposto ad accoglierli legalmente. Sono mesi da spendere per alleviare tanto dolore e rimettere in piedi persone che altrimenti non avrebbero più le risorse per potere affrontare una ripartenza di vita, neanche quando venissero messe nelle condizioni di essere al sicuro in un Paese che le protegge.

É un primo piccolo passo ma importante che voglio condividere con voi per non dimenticare le tante persone che soffrono e non voltarci dall’altra parte per non vedere. É un periodo difficile per tutti, soprattutto con la pandemia che non sembra ancora arrestarsi, ma possiamo, ognuno per le proprie possibilità, fare qualcosa, tendere la mano verso l’altro.

Un caro saluto a tutte, Buon weekend.

#MaurizioNava #UNHCR #AiutaciAdAiutare #MBN2020