Buongiorno a tutte eccoci di nuovo insieme, parliamo di un argomento importante, il famoso ALCL, l’acronimo che in italiano vuol dire “Linfoma Anaplastico a Larghe Cellule” che nell’ultimo periodo ha creato “panico”, confusione e tanto altro.

Ne abbiamo già parlato credo dall’anno scorso facendo qualche video e altro; nel mio libro ed ebook che si chiama “Con il Sen(n)o di poi” – che vorrebbe dire con il Seno di dopo utilizzando ovviamente il Senno, per cercare di fare delle scelte accurate insieme ai propri chirurghi – avevo già affrontato, alla fine del 2013, il problema dell’ALCL.

Se devo essere sincero ho ricevuto tantissime email dalle Donne e poche dalla mie Pazienti perché forse erano già informate, questa è un’altra verità, come ne ho ricevute da tanti medici.

Cosa vuol dire questo?

Che probabilmente nei media, parlo di tutti, dai giornali alle televisioni, l’informazione forse non ha raggiunto lo scopo desiderato, in TV – faccio un esempio, Report che è la trasmissione che più ne ha discusso – così come altri canali, mi pare su Rai1 o alcune testate giornalistiche che ne hanno accennato ma Report è andata più in profondità come usa fare, in modo approfondito. Se l’intenzione era di informare in modo corretto e adeguato per rendere le Donne più consapevoli e certe del problema inerente alle Protesi purtroppo c’è stato un fallimento perché dalle mail che ricevo e dai colleghi che mi scrivono è successo esattamente l’opposto.

Le Donne purtroppo sono più impaurite, più confuse, non hanno ben capito qual’è la reale portata del problema, che cosa succede e altro ancora.

Mi sono permesso alla fine della prima trasmissione di Report, dopo averlo rivisto più volte, di scrivere delle email al giornalista per chiarirci in modo direi franco, con una discussione basata sulla scientificità del problema.

Non abbiamo trovato un accordo ma quello che mi sembra emerga da questo scambio di idee è che purtroppo tra informazione scientifica e informazione dei media non riusciamo a trovare un linguaggio comune che sarebbe la cosa più importante.

Capisco che alcune necessità dei media siano dare le notizie in un certo modo ma è anche vero che i media svolgono un ruolo importantissimo nella nostra società che è quello di informare in modo adeguato, corretto per cercare di rendere più consapevoli tutti.

Alla fine di questa serie di mail ci siamo chiariti, io non potevo mandare le vostre mail per privacy, ho chiesto di contattare i medici ma il giornalista ha ritenuto opportuno non avere questo scambio e tenere private le nostre conversazioni e io rispetto questo suo pensiero, ci mancherebbe.

Se andiamo un po’ all’interno della prima trasmissione di Report, vorrei però sottolineare che ci sono alcuni aspetti da mettere in evidenza, ad esempio: qual’è il criterio per scegliere gli esperti che vanno in televisione?

Noi nella Comunità Scientifica abbiamo dei motori di ricerca tipo PubMed, The Cochrane Library, Embase e altri ancora, che potete verificare; mettete “Nava M” e vedete quanto uno ha pubblicato in termini scientifici, cioè su riviste importanti, sulle Protesi ALCL ma anche su come utilizzare gli Impianti e che cosa succede, le complicanze e altro.

Dovete cominciare a essere attrici di voi stesse e non solo spettatrici, cosa vuol dire? Che se vi arrivano delle informazioni dovete cercare di andare in profondità e verificare se sono vere.

Troverete sotto questo video alcune informazioni e i motori di ricerca; andate a vedere i vari esperti che avete visto in TV e vedrete quali sono le loro pubblicazioni scientifiche su questi argomenti così da rendervene conto voi stesse, diventando attrici di voi stesse e delle vostra informazione.

Mi dispiace ma ci sono stati alcuni messaggi che hanno creato più confusione e non sono esattamente veri o quanto meno messi insieme creano un’informazione che non è proprio corretta: faccio l’esempio delle PIP che molte di voi hanno associato al problema delle Protesi testurizzate che è completamente differente; uno era un silicone industriale e le altre sono Protesi che sono sul mercato da tempo con il Marchio CE.

Così come l’informazione che il DIEP è la soluzione di tutto nella Chirurgia Ricostruttiva non è altrettanto vero, non è sempre utilizzabile, ha le sue complicanze.

Ho mandato i lavori internazionali scritti, ad esempio dalla Dott.ssa Andrea Pusic in America, dove si evidenziano i problemi, le complicanze, il ritardo dei trattamenti, le cicatrici, ecc…

Le cose vanno approfondite; tutto va detto e soprattutto va informata la Donna e insieme a lei va presa la decisione, fin dal primo momento in Chirurgia Ricostruttiva, dalla demolizione alla ricostruzione e non a “pezzettini”, altrimenti siete confuse come potreste essere confuse da questo genere di informazione.

La cosa più importante è conoscere le cose; non è vero che non ci sono delle regole come ha detto qualcuno, come non è altrettanto vero che Allergan non ha detto la ragione del ritiro delle sue Protesi, è chiarissimo,

Allergan ha chiesto il Marchio CE come tutte le altre company; ogni tre anni scade, va rinnovato, l’ente che deve dare l’approvazione del Marchio CE ha chiesto nuovi dati, Allergan non ha avuto il tempo di presentarli entro la data del 15 novembre, mi pare, e per cui il Marchio CE è scaduto.

Non c’è niente da pensare di male, perché bisogna dare questi messaggi “misleading” ripeto, è successo questo; Allergan ha provveduto a raccogliere i dati e gli ha consegnati a fine marzo di quest’anno.

Questa è la realtà basta dire onestamente quello che è successo.

Quello che a me preme comunque è che voi siate informate in modo corretto, tutto il resto ha un’importanza relativa; essere consapevoli di quello che veramente è il problema è il messaggio che vorrei dare con questo video e con altri che seguiranno.

Con il prossimo video cercherò di entrare nel dettaglio del problema.

Grazie.
A presto.

Per chi volesse approfondire:

– La puntata di Report. Clicca qui.

– PubMed. Clicca qui.

– The Cochrane Library. Clicca qui.

Informazione Scientifica vs Informazione dei Media #MaurizioNava #ProtesiMammarie #ALCL @reportrai3 Condividi il Tweet
Dott Maurizio Bruno Nava

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Estetica. Chirurgia generale – Oncologia.

Professore a Contratto – Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica – Università degli Studi di Milano.