Abbiamo una domanda specifica e particolare fatta da una Mamma per sua Figlia.

Riassumendo quanto è successo: operata di tumore, triplo negativo, fatta la chemio aveva tolto una parte della ghiandola però si sottopone nel frattempo ai test genetici – ne abbiamo parlato nei nostri incontri – risulta una mutazione per cui si decide per una mastectomia bilaterale, per cui perfetto e corretto con ricostruzione bilaterale con protesi. Perfetto, tanto è vero che la signora Margherita stessa dice è andato tutto bene.

Cosa è successo? Che quando è stato tolto il drenaggio, così mi descrive la signora Margherita, c’è stata un’emorragia vaso perforante, ha cominciato a sanguinare e la signora ha dovuto essere ricoverata con urgenza in pronto soccorso e fortunatamente sono riusciti a porre rimedio.
Ha fatto delle trasfusioni di sangue necessarie per rialzare l’emoglobina e ora la situazione ovviamente nel seno destro è drammatica.

E’ stato corretto, giusto bisognava fare in un altro modo?

Io credo che abbiano fatto in modo corretto tutto; io dico sempre a tutte le mie pazienti qualsiasi tecnica invasiva sull’organismo può avere un effetto collaterale.

Un’emorragia può succedere, anche a distanza di tempo per carità.
Per cui non è prevedibile, tanto è vero che è una complicanza. Poteva essere evitata? Si poteva fare un altro percorso ricostruttivo?
Beh ci sono tante cose che dovrebbero essere analizzate a priori, com’erano le mammelle, come ha fatto la quadrantectomia, tante piccole cose che non conosco e non saprei dirle. Cosa fare adesso?

Una volta guarita si rivaluta il tutto, esiste sempre il Lipofilling che è un grande aiuto per rigenerare i tessuti, dopo di che si può ripensare a un percorso ricostruttivo con una protesi visto che mi aveva detto che tutto era andato bene e il risultato era ottimo alla fine della procedura chirurgica prima della complicanza.

Per cui torni sicuramente dai suoi chirurghi che mi apre l’abbiano seguita in modo adeguato vedrà che troveranno la soluzione per ridare a sua figlia la felicità di vivere e di essere Donna.

Grazie.
A presto.

#MaurizioNava #AskMBN #ChirurgiaRicostruttiva #Lipofilling

Il percorso Ricostruttivo del Seno #AskMBN #MaurizioNava #ChirurgiaRicostruttiva Condividi il Tweet
Dott Maurizio Bruno Nava

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Estetica. Chirurgia generale – Oncologia.

Professore a Contratto – Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica – Università degli Studi di Milano.