Prendo spunto da questa notizia che ho letto in rete.
Oggi il web rappresenta la principale fonte di informazione per qualsiasi materia o area di interesse; si spazia da argomenti frivoli fino a arrivare a quelli di alto contenuto scientifico che possono interessare il pubblico, come argomenti medici.
Questo tipo di informazione deve essere valutato da specialisti e messo sul web solo dopo attente verifiche.
Informazioni di tale importanza possono, infatti, creare reazioni negative o false aspettative per chi le legge.
Purtroppo oggi non tutte le patologie possono essere assimilate a un trattamento standard.
Nel mio campo, per esempio, il trattamento chirurgico dei tumori della mammella è fondamentale che venga affrontato mediante un trattamento “sartorializzato”, creato sulle esigenze di ogni singola paziente.
Ricercare un’informazione in modo accurato, evitando dubbi o confusione, è fondamentale per ogni patologia.
Personalmente penso che con la tecnologia odierna si possa fare molto; penso alla telemedicina, che
offre un’interazione diretta tra medico e paziente, e consente di valutare la necessità di ulteriori indagini o esami diagnostici.
Qui il link all’articolo.

Dott Maurizio Bruno Nava

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Estetica. Chirurgia generale – Oncologia.

Professore a Contratto – Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica – Università degli Studi di Milano.