Ginecomastia maschile

La ginecomastia è una condizione caratterizzata dallo sviluppo delle mammelle (composte da tessuto ghiandolare e grasso) nell’uomo.
Durante la pubertà si assista in maniera naturale ad uno sviluppo della ghiandola mammaria anche nell’uomo però destinata ad atrofizzarsi.
Se l’atrofia non interviene, si ha un aumento di volume sino a volumi simili alle mammelle femminili creando delle conseguenze di tipo psicologico. Nel caso in cui vi è una produzione abnorme ed eccessiva conversione del testosterone in estrogeni, in alcuni casi di iperprolattinemia o per l’assunzione di ormoni femminili o per incapacità del fegato di eliminare efficacemente gli estrogeni in eccesso, si ha un aumento vero e proprio della ghiandola e si parla di ginecomastia vera.
In altri casi è un accumulo di tessuto adiposo che determina un aumento di volume, questa condizione si definisce ginecomastia falsa o lipomastia. Esiste una forma spuria generata dalla presenza di grasso e ghiandola in percentuale che varia da caso a caso. Anche il trattamento varia in relazione del tipo di ginecomastia: solo chirurgia in quella vera e spuria con tecniche simili alle mastoplastiche che si eseguono per le donne, liposuzione nelle forme di solo grasso.