Sì, avete ragione, sono in vacanza, sono al mare come vedete e spero che tutte voi siate in vacanza. Qualcuno le avrà già finite, spero che sia andato tutto bene, che siano state delle vacanze riposanti, tranquille, serene e che vi abbiano dato la possibilità di ritemprarvi ed essere pronte per un nuovo anno di lavoro e a un nuovo anno di nostri contatti per scambiarci le nostre opinioni.

A coloro che devono ancora partire e a coloro che lo sono auguro delle vacanze bellissime e in serenità, in tranquillità, cercando tutti in questo periodo estivo di mettere da parte le preoccupazioni, perché purtroppo ci sono sempre ma sicuramente sono risolvibili, basta stare un pò più attenti e pensarci con calma. E a proposito di preoccupazioni, qualcuno di voi lo avrà sentito, spero di no ma a volte i media speculano un pò sulle notizie, Allergan su invito dell’FDA di fare quella che si chiama “Voluntary Recall”, cioè un ritiro volontario delle protesi in America, ha deciso di farlo in tutto il mondo.

Nonostante i dati siano come prima, anzi io e il mio gruppo di ricerca abbiamo fatto una cd. review, una revisione di tutta la letteratura, stiamo pubblicando, l’abbiamo mandato. Non è cambiato nulla da febbraio a oggi, da quando siamo partiti a Parigi a parlare proprio delle protesi. Quindi serene e tranquille, non è cambiato nulla, fate i vostri controlli come abbiamo sempre detto, che devono essere fatti per tutti i tipi di protesi, non solo per le protesi alle mammelle ma per le protesi all’anca, ai denti, al cuore. Tutte le protesi devono essere indagate e studiate regolarmente.

Fate riferimento ai vostri chirurghi di fiducia e vedrete che nulla è cambiato. Per cui serene, tranquille, in vacanza ritempriamoci. E poi una bella notizia che vorrei darvi con piacere perchè so che mi seguite e condividete le mie idee, le mie posizioni. Purtroppo sono stato colpito già da tempo, ma l’ultima foto di quel papà con la sua bambina morti annegati su una spiaggia per cercare una vita migliore mi ha colpito e non riesco ad averne pace. Ho deciso di fare qualcosa, non solo di dare e donare dei soldi come ciascuno di voi sicuramente fa per queste associazioni.

Ho invitato la UNHCR, che è l’agenzia per i rifugiati e insieme abbiamo deciso di cominciare un programma per sensibilizzare. Non è tanto importante raccogliere i soldi ma è importante che la gente ne parli, senza che ci sia la speculazione dei giornalisti, degli altri ma in modo che a tutti sia chiaro, nelle proprie famiglie o sul proprio posto di lavoro, cercando di far capire che c’è qualcuno che soffre. Non ha importanza se è in Sud America, Centro America, Nord America, Asia, Europa o Africa e Medio Oriente, ma c’è qualcuno veramente che fa fatica a vivere. E noi dobbiamo cercare di fare qualcosa.

Lo faremo al mio Congresso: ho invitato tutti i miei colleghi di tutto il mondo e ai loro congressi abbiamo già fatto una pubblicità, l’avete già vista, in Colombia a Calì, a novembre con il mio amico Dott. Rancati cominceremo anche in Argentina e a dicembre sarà il grande incontro al Congresso mio di Milano.

Buone vacanze a tutte.

Buone vacanze e Nuovi Progetti #MaurizioNava #Allergan #UNHCR Condividi il Tweet
Dott Maurizio Bruno Nava

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Estetica. Chirurgia generale – Oncologia.

Professore a Contratto – Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica – Università degli Studi di Milano.