Buongiorno a tutte, oggi vediamo una domanda che ritorna nel campo della Chirurgia Estetica, Eleonora mi dice:”…Vorrei rifarmi il Seno, dopo l’allattamento non ho più Seno e per me è un disagio molto importante…”.

La capisco, purtroppo succede che con l’allattamento un pochettino si perda, però l’importanza dell’allattare è tale che vale la pena correre questo rischio. Per cui tutte le Donne che allattano lo facciano perché ho avuto l’esperienza con mia figlia, credo che sia la cosa più bella allattare il proprio bambino o bambina.

Detto questo, che cosa si può fare? Dipende un po’ come sempre da forma e dimensione del Seno, nel senso che se è solo svuotato ma la forma non è cadente ecc, è chiaro che un aumento può essere fatto con le Protesi oppure se c’è del tessuto adiposo in abbondanza, nelle zone di addome, fianchi e cosce, si può anche utilizzare il grasso. É chiaro che anche in questo caso, bisogna valutare tutti gli aspetti; con il grasso difficilmente si arriva a un aumento di un certo tipo, poi si può riassorbire. Però oggi giorno con tutte le tecniche che conosciamo, con una seduta al massimo due, si può anche rifare un buon Seno.

Abbiamo poi la possibilità di utilizzare le Protesi che permettono una definizione migliore della Mammella perché abbiamo una serie di forme diverse che ci permettono di condividere con la Paziente come raggiungere il suo risultato ideale. Protesi anatomiche, rotonde e tante altre. Se invece la Mammella ha una forma un po’ cadente, magari è necessario fare quello che sia chiama Mastopessi; anche in questo caso è molto semplice, può vederla anche lei stessa, si mette davanti uno specchio, alza le mani in alto come può, se non si vedono i solchi mammari, la Pessi è obbligatoria e poi si può usare la Protesi o il grasso.

Questo a livello generale può riguardare tutte le Donne che richiedono un’Additiva; io ho scritto un libro ancora alcuni anni fa: “Con il Sen(n)o di Poi”, con una “n” tra parentesi che significa “Con il Seno di poi, usando il Senno”, un ebook che ho scritto per informare al meglio le Pazienti in quanto l’informazione è la base di tutto, in modo che con qualsiasi Chirurgo si può chiedere quello che si pensa, desidera e quello di cui si ha bisogno. Spero di aver chiarito questo aspetto. E’ chiaro che ovviamente una visita è obbligatoria e consiglio sempre di sentire magari due opinioni in modo da riuscire a trovare la via migliore per ritornare più serena con il proprio corpo.

Grazie.

A presto.

PS: Con il Sen(n)o di Poi. Manuale di “istruzioni per l’uso” sulla Mastoplastica Additiva.

Allattamento e Chirurgia Estetica #MaurizioNava #AskMBN #ChirurgiaEstetica Condividi il Tweet

 

Dott Maurizio Bruno Nava

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Estetica. Chirurgia generale – Oncologia.

Professore a Contratto – Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica – Università degli Studi di Milano.